Vai al contenuto
Home » “Viaggio in carrozza” sosta ad Ugento per promuovere l’equiturismo

“Viaggio in carrozza” sosta ad Ugento per promuovere l’equiturismo

Ha fatto tappa a Torre San Giovanni di Ugento
Viaggio in Carrozza“, il grande tour slow in Salento per evocare il binomio storico e culturale tra il territorio e i cavalli da tiro – compagni di vita da sempre protagonisti nella vita quotidiana, prima per il trasporto di persone e di merci, come per il lavoro nei campi, poi divenuti riferimento nello sport e nel trasporto d’antan.

A bordo di diverse carrozze originali d’epoca, equipaggi di grande esperienza in costume. La carovana è partita da Gallipoli, direzione Santa Maria di Leuca, sostando per il pranzo presso il Parco dei Principi. Sono stati accolti dal sindaco di Ugento, Salvatore Chiga, e dall’assessore al turismo, Chiara Congedi.

Un’operazione di marketing territoriale foriero di valori in trend circa il turismo slow e la promozione delle buone pratiche, con la collaborazione di Caroli Hotels e l’Associazione Nazionale SIAT.

Il progetto ha come primo obiettivo di sensibilizzare sul tema dell’ecosostenibilità dei flussi turistici e della creazione e promozione di ippovie. L’equiturismo puo’ essere praticato da tutti con grande soddisfazione e consente a grandi e piccini di sperimentare il rapporto che ha legato quotidianamente uomini e cavalli per migliaia di anni, prima della creazione dell’automobile e dei moderni mezzi di trasporto. Spostarsi a cavallo è un modo fantastico per esplorare le innumerevoli località “green” presenti in tutta Italia e permette a chiunque di assaporare con grande attenzione ogni dettaglio del paesaggio circostante, mantenendo sempre vivo il legame con il generoso animale con il quale si condivide il tragitto.

La Società Italiana Attacchi di Tradizione (S.I.A.T. Driving) con sede a Milano nasce per diffondere la cultura dell’arte di attaccare i cavalli secondo i metodi dei migliori maestri che hanno fatto la storia degli attacchi sia in Italia che nel mondo.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *