Vai al contenuto
Home » Avviato l’iter per costituire le Consulte per le Frazioni e le Attività Produttive

Avviato l’iter per costituire le Consulte per le Frazioni e le Attività Produttive

Erano state annunciate durante la Campagna Elettorale e anche in fase di insediamento del nuovo Consiglio Comunale. Il Comune di Ugento avvia l’iter per dotarsi delle Consulte.
In particolare sono due quelle che presto nasceranno:
– Consulte nelle frazioni di Gemini e Torre San Giovanni;
– Consulta Comunale delle Attività Produttive.

Cosa sono le Consulte Comunali?

Sono degli organismi che hanno una funzione di propositiva e consultiva nei confronti dell’amministrazione cittadina, rendendo i cittadini protagonisti nella crescita civica della comunità.

Entrando nel dettaglio. Le Consulte, in base al settore di riferimento, sono chiamate a promuovere momenti di partecipazione attiva alla vita collettiva, sociale e culturale della comunità. Creare momenti di dialogo costante tra l’amministrazione, Associazioni, Imprese e singoli cittadini. Avanzeranno proposte, istanze o petizioni che saranno sottoposte al Sindaco, o in giunta o in Consiglio Comunale.

 

La Consulta nelle frazioni di Gemini e Torre San Giovanni avrà i seguenti compiti:
1) Valorizzare le specifiche istanze presenti nel territorio delle frazioni;
2) Promuovere momenti di incontro, confronto e discussione con i cittadini residenti nella frazione;
3) Esprimere pareri preventivi richiesti dall’Amministrazione Comunale nei seguenti casi:-
a) Regolamenti Comunali relativi alle attività ed al Funzionamento dei Servizi che hanno una valenza per la Frazione medesima;
b) Convenzioni relative alla gestione di impianti e servizi nelle Frazioni;
4) Sottoporre all’Amministrazione Comunale, proposte di intervento per migliorare la qualità e la funzionalità dei servizi esistenti nelle Frazioni;
5) Curare e promuovere iniziative ed attività di informazione nell’ambito della programmazione comunale;
6) Elaborare ogni anno una relazione delle necessità e degli obiettivi principali da attuare nelle Frazioni e da inviare al Sindaco, ai Settori, agli Assessorati e alle Commissioni Consiliari competenti;
7) Proporre indicazioni sull’utilizzazione delle strutture comunali, scolastiche o comunque di pubblica utilità presenti nelle frazioni;
8) Organizzare petizioni popolari nell’ambito delle frazioni di riferimento, da rivolgere al Comune per l’adozione di un provvedimento amministrativo di pubblico interesse, avente portata generale;
9) Ogni membro della Consulta può proporre l’iscrizione di argomenti da trattare all’ordine del giorno dei lavori della Consulta medesima.

Ogni Consulta di Frazione è composta da Sindaco, Assessore o Consigliere Comunale delegato alla frazione, quale membro di diritto; un rappresentante per ogni associazione con sede nella frazione di riferimento; un rappresentante di altro soggetto giuridico (Ente o altro Istituto) presente nel territorio della frazione. Nella designazione del proprio rappresentante, è preferibile che l’associazione tenga conto del principio delle “pari opportunità”: a tale scopo nell’atto di designazione provvederà preferibilmente alla nomina di un membro effettivo e di un membro supplente (un uomo e una donna). I rappresentanti delle varie associazioni devono obbligatoriamente aver compiuto il diciottesimo anno di età e godere dei diritti civili e politici.
I legali rappresentanti delle associazioni iscritte all’Albo Comunale e degli eventuali enti/istituti presenti nella circoscrizione territoriale di riferimento, sono invitati a designare entro e non oltre il 9 Gennaio 2022, un proprio componente effettivo e uno supplente in seno alle consulte in questione utilizzando l’apposito modulo all’uopo predisposto ed allegato al presente avviso.

La Consulta Comunale delle Attività Produttive avrà le seguenti finalità:
1) indagine della realtà, dei bisogni locali e delle problematiche attinenti ai settori del commercio e dell’artigianato;
2) promozione di progetti, iniziative e dibattiti relativi ai settori del commercio e dell’artigianato;
3) promozione di iniziative tese alla scoperta, valorizzazione e coordinamento delle risorse economiche presenti sul territorio;
4) coordinamento delle attività delle associazioni di categoria al fine di creare un raccordo tra esse e l’ente locale;
5) espressione dei pareri relativi agli strumenti di programmazione attinenti ai settori di competenza;
6) formulazione di proposte all’ente locale relative alle soluzioni attinenti le problematiche che rendono difficoltoso e/o ostacolano lo sviluppo economico del territorio.

Sarà composta dai seguenti organi:

1. Presidente;
2. Consiglio Direttivo;
3. Assemblea.

Tutti gli organi, ai cui componenti non è attribuito alcun gettone di presenza, durano in carica tre anni e sono rinnovabili alla scadenza del mandato, tranne l’Assemblea che è organo permanente costituito da tutti i soggetti che abbiano presentato domanda di adesione.

Il Consiglio direttivo è eletto dall’Assemblea ed è composto da:
1. Sindaco o Assessore delegato – senza diritto di voto;
2. Presidente dell’Assemblea;
3. Dieci membri eletti dall’Assemblea

Gli imprenditori, i commercianti e gli artigiani che esercitano la propria attività nel territorio di Ugento possono aderire all’Assemblea della Consulta Comunale delle Attività Produttive , entro e non oltre il 31 Gennaio 2022.

Sul sito del comune di Ugento sono pubblicati i dettagli.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.