Vai al contenuto
Home » “Casa della Salute” intitolata a don Tonino Bello? C’è la richiesta

“Casa della Salute” intitolata a don Tonino Bello? C’è la richiesta

É stata inaugurata nel dicembre del 2013, la Casa della Salute di via Vincenzo Armida ad Ugento potrebbe essere intitolata al Servo di Dio don Tonino Bello.

La notizia è arrivata domenica sera, durante la celebrazione di ringraziamento presieduta dal Vescovo della Diocesi mons. Vito Angiuli per il decreto di Venerabilità. Domenica scorsa, infatti, ad Alessano era presente il Cardinale mons. Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, e durante la funzione liturgica è stato letto il decreto che riconosce le virtù eroiche del venerabile don Tonino Bello.

Alla presenza di alcuni sindaci della Diocesi, il primo cittadino di Ugento, Salvatore Chiga, nel suo discorso ha poi annunciato:

Con nota protocollo n° 159 del 04/01/2022, il sottoscritto, in nome e per conto dell’amministrazione comunale di Ugento, inoltrava al Presidente della Giunta Regionale, al Direttore Generale e al Direttore del Distretto Socio Sanitario dell’ASL Lecce, formale richiesta di intitolazione del poliambulatorio “Casa della Salute” di Ugento al Servo di Dio – Vescovo – don Tonino Bello“.

Ora si attende risposta. Abbiamo provato a contattare l’Asl questa mattina e ad oggi non ci sono novità.

La Casa della Salute ospita gli uffici amministrativi del Centro di Salute, il Poliambulatorio Specialistico Distrettuale, il Centro Prelievi, il CIM, il Sert, il 118, il Consultorio Familiare e la Guardia Medica.

Don Tonino Bello ad Ugento ha frequentato il Seminario Minore conseguendo la licenza media nel 1948. Il 30 settembre 1976 venne nominato rettore del Seminario vescovile di Ugento e il giorno successivo vicario episcopale per la cultura. Ha retto per un breve periodo la parrocchia del Sacro Cuore. Poi nel 1982 venne stato nominato vescovo della Diocesi di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo e Terlizzi.

Ad Ugento ha lasciato tanti segni indelebili, come la passione per la Pallavolo. É il
30 novembre 1973 quando ha inizio la storia dei Falchi Ugento. Don Tonino, nelle vesti di allenatore, era reduce dal quarto posto conquistato alle finali nazionali dei Giochi della Gioventù di Roma.

L’iter per la sua beatificazione venne aperto a livello diocesano il 30 aprile 2010 con la prima seduta pubblica nella Cattedrale di Molfetta. Nel novembre scorso Papa Francesco con apposito decreto ha riconosciuto le virtù eroiche di Monsignor Antonio Bello rendendolo venerabile.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.