Vai al contenuto
Home » Vi presentiamo l’Istituto Superiore “Filippo Bottazzi” e le sue potenzialità

Vi presentiamo l’Istituto Superiore “Filippo Bottazzi” e le sue potenzialità

È un istituto peculiare il “Filippo Botazzi” con sede centrale a Casarano e le tre coordinate di Taurisano, Racale e Ugento. A dare motivo di pensarlo sono una serie di motivi.
In una terra, quella salentina, con una forte vocazione alle piccole-medie imprese operanti nel settore tessile, calzaturiero, agricolo, turistico e gastronomico in primis c’è questa peculiarità, cioè i corsi di studi e lo sviluppo socio-economico del Salento combaciano, permettendo agli studenti di essere attratti dalla terra in cui abitano, facendo crescere reciprocamente quest’ultima e il loro livello professionale.
Oltre a questa cornice, che poi diventa l’azione concreta e l’offerta formativa che questa scuola trasmette, colpisce l’eccellenza che nel corso degli anni l’istituto ha raggiunto, riuscendo ad instaurare rapporti di collaborazione con l’Associazione dei Calzaturieri italiani, ad esempio, altri istituti dell’area professionale, le Università, il CNR e numerose aziende locali, permettendo di garantire ad ogni singolo studente una formazione completa che nel suo insieme può solo aggiungere qualità al professionista che sarà un domani.

Più del 70% dei nostri ed alunni riescono nell’immediato a raggiungere un posto di lavoro”, ha ammesso con orgoglio il Dirigente Scolastico, il prof. Salvatore Negro, lasciando trasparire non solo la gioia per il buon risultato, ma l’amore per la sua stessa terra e l’attenzione che rivolge ad ogni minimo particolare per il futuro economico e sociale della terra Salentina, che non abbiamo potuto non notare nell’attenta analisi che ha fatto durante la nostra chiacchierata.

Le prospettive che l’Istituto si pone possono anche sembrare ambiziose, ma di certo non sembrano irraggiungibili se ad attuarle sono un corpo docenti determinato e preparato come quello di quest’Istituto, e soprattutto abbracciano tutti, senza limiti d’età. È già in corso, ci ha spiegato il Primo Collaboratore del Dirigente, la prof.ssa Lucia Rizzello, il corso di inglese per persone che già sono iniziate nel mondo del lavoro e questo permette di raggiungere livelli sempre più alti.

Tutto ciò risponde all’idea che il Dirigente Scolastico auspica per il mondo del lavoro salentino, una crescita globale e coordinata, che non deve riguardare solo gli studenti freschi di studi, ma anche i datori di lavoro e i lavoratori stessi, perché molto spesso può crearsi una sorta di vuoto tra queste due categorie e l’offerta di lavoro risulta essere molto più avanzata della domanda.
Del resto non è una novità, ed è stato oggetto di ampio dibattito dei giornali l’eccessiva difficoltà degli imprenditori, soprattutto turistici a trovare personale, che era ratio a sottomettersi alle imposizioni vessatorie che non facevano onore alla loro professionalità e preparazione. “Non perdiamo mai il filo con il mondo del lavoro, che cerchiamo sempre di controllare e di seguire in vari modi, soprattutto attraverso le testimonianze dirette degli ex alunni, che non hanno mai perso quel filo di confidenza con i loro ex professori”, ha aggiunto il Dirigente Scolastico. Quella confidenza che si ha con i luoghi del cuore e con le persone a cui vuoi bene, come in una famiglia, già perché è questa l’impressione che ci ha dato l’IISS “F. Bottazzi”: ad iniziare dal sorriso dei Collaboratori Scolastici, alla preparazione del Corpo Docenti, alla disponibilità del Primo Collaboratore, all’eleganza e sapienza del Dirigente Scolastico.

Il ringraziamento e la riconoscenza giunge anche dal mondo della Politica, in particolare dall’Assessore all’Istruzione del Comune di Taurisano Luigino Preite che ha riconosciuto come “avere nel nostro Comune di Taurisano un Istituto come il “Bottazzi” è doppiamente motivo di orgoglio, non solo per le opportunità che ogni giorno offre ai nostri ragazzi fornendogli una formazione scolastica, tecnica e professionale eccellente, ma soprattutto per il suo continuo mettersi in gioco e migliorare giorno dopo giorno l’offerta che riesce a dare, innovandosi e facendo crescere tutto il territorio salentino e i vari campi del mondo del lavoro molto spesso inesplorati”.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.