Vai al contenuto
Home » Aro 10 con Ugento capofila, la ditta appaltatrice perde anche in Cassazione

Aro 10 con Ugento capofila, la ditta appaltatrice perde anche in Cassazione

Dopo aver perso di fronte al Tar e in Corte d’Appello, l’azienda che gestisce l’appalto per la raccolta dei rifiuti nell’aro 10, con Ugento capofila, ha perso il ricorso anche in Cassazione.

L’oggetto della discussione è la presunta illegittimità della vittoria della gara d’appalto a causa di un debito nei confronti dell’Inps per contributi non versati, ma per effetto di una richiesta di rateizzazione del debito aveva ottenuto un Durc positivo che gli permetteva di partecipare alle gare per la gestione dei rifiuti. Soltanto dopo il ricorso presentato dalle ditte concorrenti per l’appalto nell’Aro 2, il rischio di esclusione è subentrato anche nell’Aro 10. Ricordiamo che il contratto stipulato il 17 dicembre del 2019 presso il Comune di Ugento, prevedeva una “clausola risolutiva” nel caso il ricorso dell’azienda in questione sarebbe stato rigettato rischiando l’esclusione dell’appalto.

Ora è arrivata la sentenza della Cassazione che dichiara il ricorso inammissibile e condanna la parte ricorrente al pagamento delle spese processuali in favore delle due aziende concorrenti stimato in euro 7.200,00, oltre al 15% per spese generali ed accessori di legge per ciascuna delle parti ed in favore di INPS in euro 5.200,00, oltre al 15% per spese generali ed accessori di legge.

Ora non ci resta che attendono le successive mosse da parte del Presidente dell’Aro 10 di cui Ugento è capofila.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *