Vai al contenuto
Home » Donate alla Caritas della Diocesi di Ugento 250 paia di scarpe

Donate alla Caritas della Diocesi di Ugento 250 paia di scarpe

Questa mattina, presso il Calzaturificio Emmegiemme Shoes Srl nella Zona Industriale di Surano, rappresentato dai soci e fondatori Rocco Gnoni e Maria Pia Morciano, sono state donate a Don Lucio Ciardo, Direttore della Caritas della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, circa 250 paia di scarpe (50% uomo e 50% donna), che successivamente saranno distribuite ai più bisognosi dal Banco delle Opere di Carità Puglia-onlus con sede ad Alessano alle famiglie più bisognose del territorio.

La Caritas di Ugento – S. Maria di Leuca è l’organismo pastorale, espressione originale della Chiesa particolare, con il compito di animare le comunità ecclesiali al senso di carità verso le persone e le comunità in situazione di difficoltà e al dovere di tradurlo in interventi concreti con carattere promozionale e ove possibile preventivo. Essa è punto di riferimento nel servizio delle persone povere, vulnerabili, agli emarginati del territorio del Capo di Leuca. Il nostro obiettivo primario è quello di aiutare la comunità diocesana tutta, attraverso l’azione preziosissima delle comunità parrocchiali, con una fede che si mostra nell’amare chi più è fragile. DIRETTORE: don Lucio Pompeo Ciardo

Il Banco delle Opere di Carità Puglia-onlus con sede ad Alessano è stato costituito nel 2009, dopo sedici anni di collaborazione con il Banco di Caserta, fa parte della struttura nazionale Fondazione Banco delle Opere di Carità, con sede a Caserta. L’associazione opera sul territorio salentino con l’obiettivo prioritario di contrastare le diverse forme di povertà e con la mission di raccogliere e ridistribuire i prodotti alimentari e non, contro lo spreco e promuovendo uno stile sobrio e attento ai bisogni dei più poveri. L’attività istituzionale è rappresentata dalla raccolta di derrate alimentari, provenienti principalmente dall’AGEA, attraverso il Programma europeo FEAD, ma anche da donazioni di aziende ed organizzazioni di produttori agricoli e dalla relativa distribuzione agli enti convenzionati, i quali si occupano di elargire tali derrate ai propri assistiti, alle persone ed ai nuclei familiari in condizioni di indigenza. Il Banco, in tutti questi anni, ha dato vita ad una rete di solidarietà che conta sull’adesione di circa 145 enti, ovvero associazioni, Caritas parrocchiali, confraternite, comuni, etc. tutti impegnati nel contrastare la povertà di natura alimentare. Indicativamente, questa rete è in grado di aiutare circa 26.000 persone in condizione di disagio economico. Il Banco delle Opere di Carità Puglia è ente gestore di progetti della Caritas Diocesana Ugento- S. Maria di Leuca. Inoltre con l’Ambito territoriale del Piano Sociale di zona di Gagliano del Capo sta promuovendo il contrasto agli sprechi alimentari e farmaceutici, l’associazione è impegnata da una parte all’educazione ad uno stile di vita sobrio, in modo particolare nelle scuole, e dall’altro in azioni di recupero delle derrate alimentari e dei farmaci in scadenza e la distribuzione, attraverso la rete degli enti, a famiglie e soggetti in condizione di povertà estrema. Nel 2021 le persone assistite sul territorio sono state 29.847 contro le 20.325 del 2020,quasi 10 mila persone in più nel territorio della provincia di Lecce.

Il Calzaturificio Emmegiemme Shoes Srl con sede a Surano al KM 12,950 della S.S 275, ha avviato l’attività nel 1993, grazie all’iniziativa e allo spirito imprenditoriale dei soci Rocco Gnoni e Maria Pina Morciano che avevano già maturato una solida esperienza nel settore calzaturiero. Lo stabilimento si sviluppa su una superficie coperta di circa 6.000 mq con una produzione di 2000 paia al giorno e oltre 100 dipendenti. Inoltre, dal 2017 l’azienda si è ulteriormente ampliata attrezzandosi al fine di poter offrire al mercato una produzione 100% Made In Italy. L’azienda si avvale anche di due laboratori, facenti capo alla proprietà, uno in Romania e uno in Bulgaria, con una forza lavorativa di 200 dipendenti di grande esperienza e di ottima qualità, acquisite in vent’anni di eccellente lavoro. Montaggio, finissaggio e controllo qualità sono sempre completati nel Salento. L’azienda unisce sapienza artigianale, know-how, tecnologie all’avanguardia e 30 anni di esperienza per offrire al mercato i migliori prodotti di sneakers e calzature donna e uomo e si contraddistingue sia per l’alto livello qualitativo dei suoi prodotti, sia per la professionalità delle maestranze che godono di una completa conoscenza del settore. Nel corso degli anni, l’azienda ha ottenuto le certificazioni del processo produttivo per l’alto livello qualitativo, per la struttura all’avanguardia, per la produzione di alta qualità e per l’utilizzo di pellami e materie prime di produzione italiana e conformi ai trattamenti richiesti dalle norme internazionali a salvaguardia dei consumatori. L’azienda viene scelta per la produzione di calzature per grandi brand del fashion Made in Italy di altissimo livello internazionale unitamente all’elevato standard qualitativo offerto e alla grande disponibilità e serietà di tutto il personale a rapportarsi con le diverse realtà con cui si trova a collaborare. L’azienda è molto focalizzata sulla sostenibilità. L’impianto di Surano funziona esclusivamente con energia solare autoprodotta. Tutti i materiali e i componenti sono selezionati secondo standard più elevati di salubrità ed eco-compatibilità. L’azienda è coinvolta in diversi gruppi di ricerca nazionali e internazionali che lavorano su materiali innovativi e workflow di produzione .

Lo scorso 10 novembre, a Roma, al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, Maria Pina Morciano ha ricevuto la decorazione della “Stella al Merito del Lavoro”, rappresentando uno dei due lavoratori della Puglia a cui viene assegnato il riconoscimento per l’anno 2021. Un altro prestigioso risultato per il Calzaturificio Emmegiemme Shoes, che dopo la Stella al Merito del Lavoro” assegnata nel 2019 a Rocco Indino, direttore di produzione, può annoverare ora un altro Maestro del Lavoro.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *