Vai al contenuto
Home » Ugento solidale con l’Ucraina: dalla raccolta dei beni all’accoglienza

Ugento solidale con l’Ucraina: dalla raccolta dei beni all’accoglienza

Ugento, anche questa volta, ha risposto all’Sos lanciato da più fronti per sostenere il popolo ucraino colpito dalla guerra.

A far partire la gara di solidarietà in città è stata l’Associazione “Terra del Fuoco Mediterranea, sezione di Lecce”, organizzazione che ogni anno si occupa di organizzare il Treno della Memoria. Anche quest’anno una delegazione ugentina, sostenuta dal Comune di Ugento, è partita, insieme ad altri ragazzi, per la Polonia.

La guerra in corso ha spinto la popolazione ucraina a spostarsi verso la Polonia. Ed ecco che i ragazzi che in questo periodo stanno vivendo l’esperienza del Treno della Memoria, stanno portando beni di prima necessità agli sfollati: farmaci e alimenti alimenti a lunga conservazione.

Ugento non ha fatto mancare il suo sostegno raccogliendo gli appelli lanciati in questi giorni. Diverse le Associazioni che hanno dato il proprio contributi: Officine della Mente, AttivaMente e la Clerita Scuola dell’Infanzia San Vincenzo che hanno messo a disposizione le proprie sedi come centro di raccolta.

Le Associazioni Sorriso di Ugento e Falchi Ugento hanno prestato il proprio contributo nella raccolta dei beni.

La solidarietà non si è fatta attendere, centinaia di persone hanno contribuito riuscendo a far partire decine di pacchi. Prezioso anche il supporto dei medici di base di Ugento che hanno donato farmaci ad uso pediatrico.

Grazie al progetto Treno della Memoria i beni raccolti arriveranno in Polonia e le associazioni del territorio provvederanno a spedirli verso il confine. 

Adesso le Associazioni sono al lavoro insieme alle Diocesi e ad altri enti per accogliere chi in queste ore sta fuggendo dall’Ucraina. La macchina della solidarietà, dunque, non si è fermata, continua a lavorare senza sosta per ospitare famiglie e bambini. Potrebbe essere necessaria la raccolta principalmente di indumenti, ma anche di alimenti e farmaci, ma per questo si attendono ulteriori disposizioni.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.