Vai al contenuto
Home » Siglato a Bari il “Green Community Ionico – Adriatica”

Siglato a Bari il “Green Community Ionico – Adriatica”

È stato sottoscritto questa mattina a Bari, presso l’assessorato regionale all’Agricoltura, il protocollo d’intesa per la costituzione della “Green Community Ionico-Adriatica”. Il Comune di Ugento, insieme a Brindisi, Lecce, Taranto, Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo, Carovigno e Manduria parteciperà alla “comunità verde”.

Avevamo già anticipato di questo importante Protocollo (clicca qui per leggere) che ha il fine di mettere in pratica politiche comuni per promuovere lo sviluppo sostenibile dell’economia locale e ogni iniziativa utile a valorizzare e tutelare le aree protette, anche attraverso un piano di sviluppo che coinvolge settori ben specifici come il patrimonio agro-forestale, la filiera del legno, risorse idriche, energia da fonti rinnovabili, turismo sostenibile, patrimonio edilizio, efficienza energetica e integrazione intelligente degli impianti e delle reti, zero waste production, servizi di mobilità, azienda agricola sostenibile.

In particolare, tutti i soggetti partecipanti, intendono:
– progettare, elaborare e rendere efficace ogni azioni di tutela, sostenibilità economica e sociale utile all’ambiente e ai territori;
– valorizzare le identità culturali e creative;
rendere maggiormente fruibile, attrattivo e sostenibile il territorio;
– sostenere politiche di filiera corta e riconoscibilità delle eccellenze locali;
generare e diffondere valore attraverso politiche di co-branding, marketing territoriale e investimenti integrati;
-sostenere e promuovere una attenta e sicura fruizione dei territori, anche attraverso nuove forme di turismo, ovvero attraverso la digitalizzazione, l’innovazione, la promozione del turismo naturalistico, enogastronomico e culturale nonché attraverso attraverso reti e sistemi di mobilità dolce ecocompatibili e a basso impatto ambientale;
– proteggere le risorse naturali, idriche, culturali, storiche, archeologiche e ambientali;
procedere alla ricostituzione degli ecosistemi naturali, la rinaturalizzazione delle aree compromesse;
– sostenere e promuovere l’economia circolare, la filiera corta e l’agricoltura sostenibile, anche attraverso la diffusione di energie rinnovabili (idrogeno, sistemi di efficienza energetica e autoconsumo, nuove reti ecc.);
– sostenere e promuovere la tutela della risorsa idrica;
– sostenere e promuovere la mobilità e la logistica sostenibile, integrata e intermodale;
– sostenere e promuovere l’inclusione e la coesione sociale, sviluppando infrastrutture adeguate ai bisogni dei soggetti fragili, anche attraverso strutture e servizi pensati per il superamento degli handicap;
– sostenere e promuovere il benessere e la salute, sviluppando politiche tese al miglioramento della qualità dell’aria, delle acque e del cibo e alla migliore fruizione delle aree naturali;
– generare valore attraverso la diffusione della conoscenza e la promozione della ricerca, la valorizzazione e la sperimentazione di attività produttive compatibili;
– generare valore attraverso attività di co-branding e marketing territoriale;
– promuovere patti territoriali.

Per il Sindaco di Ugento, Salvatore Chiga, si tratta di “una giornata importante per la nostra città. Dopo aver ottenuto il prestigioso riconoscimento di Bandiera Blu, continuiamo a lavorare per raggiungere altri importanti traguardi, utili alla crescita del territorio e del suo commercio. È importante che si creino opportunità di lavoro, non solo stagionale. La firma che ho posto su questo importante Protocollo d’intesa darà tanto negli anni futuri alla nostra Ugento”.

 

Di seguito il servizio realizzato dall’emittente televisiva Antenna Sud:

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.