Vai al contenuto
Home » Bando di gara realizzare l’impianto di trattamento di carta e cartone

Bando di gara realizzare l’impianto di trattamento di carta e cartone

Dopo un iter iniziato nel 2017, ad Ugento nascerà presto un impianto destinato al trattamento e recupero di carta e cartone finanziato dalla Regione e che prevede la riconversione dell’ex “Centro di Raccolta prima lavorazione e stoccaggio dei materiali provenienti dalla racconta differenziata” mai entrato in funzione in quanto vandalizzata.

Nel 2017 il Comune di Ugento si candidava alla “Manifestazione di interesse finalizzata alla localizzazione di tre impianti destinati al trattamento e recupero, rispettivamente, di vetro, plastica, carta e cartone rivenienti dalle raccolte differenziate di RSU per la produzione di materie prime secondarie(MPS)”.

Durante la serrata fase di selezione, la Commissione valutatrice dava atto, tra l’altro, di come, per l’area proposta dal Comune di Ugento, il vigente Piano Regionale Gestione Rifiuti Urbani prevedeva la riattivazione dell’impianto esistente, attualmente allo stato rustico, destinandolo al trattamento e al recupero di carta e cartone di per sè non impattante sulla popolazione e sull’ambiente circostante.

Nel 2018 il Dirigente della Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche della Regione Puglia ammetteva, provvisoriamente, l’istanza avanzata in tal senso dal Comune di Ugento che, in seguito all’espletamento di una ulteriore fase negoziale, diveniva definitiva in virtù di un decreto emesso dall’Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di Gestione dei Rifiuti.
Sarà quest’ultima autorità a curare tutte le successive fasi di progettazione e realizzazione del nuovo impianto.

Per la realizzazione del progetto “Impianto di trattamento di carta e cartone del Comune di Ugento” era stato in un primo momento stimato il costo complessivo pari a € 4.490.000,00 di cui € 2.200.100,00 a carico della Regione a valere su fondi FSC 2014-2020 e € 2.289.900,00 come quota di cofinanziamento a carico dell’AGER Puglia – attraverso finanziamenti privati.

L’Agenzia territoriale, a seguito di un’attività di verifica e alla validazione del progetto a causa dell’aumento generalizzato dei prezzi, ha rimodulato il quadro economico stabilendo il costo complessivo pari a € 7.500.000,00. Nei giorni scorsi è stata indetta una procedura di gara e la scadenza per la presentazione delle offerte è fissata al 28.11.2022. Si spera che entro l’anno venga perfezionata l’aggiudicazione degli importanti lavori. L’importo della concessione correlata alla futura gestione ammonta a circa 50 milioni di euro.

Seguici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *